fbpx
Menu Chiudi

REGGISELLA TELESCOPICO: COME SCEGLIERE QUELLO PIU’ ADATTO A NOI

REGGISELLA TELESCOPICO MTB

Negli ultimi anni il mondo della MTB ha subito innumerevoli evoluzioni, dai prodotti in carbonio, alle ruote da 29, fino alla esponenziale diffusione delle bici elettriche anche dette e-bike. Tra tutte queste evoluzioni una in particolare è stata concepita essenzialmente per migliorare le prestazioni in discesa e rendere più sicuro e facile affrontare tratti tecnici, durante le competizioni, ma anche durante i giri in MTB della Domenica: il reggisella telescopico.

Questo accessorio per MTB ha fatto la sua comparsa diversi anni fa e da molti è dato per scontato, ma ancora non è presente in tutte le mtb in produzione.
Se per tutte le bici con un’orientamento all’XC o marathon, quindi con grosse esigenze di leggerezza, il reggisella telescopico può risultare superfluo, per tutte le bici che vanno dalle all-mountain alle enduro più aggressive, un reggisella telescopico non dovrebbe mai mancare.

Molte bici però, soprattutto di fascia medio bassa, escono senza reggisella idraulico, per questo nelle successive righe detteremo alcune regole per guidare l’acquisto di un reggisella telescopico in sostituzione al reggisella tradizionale o in sostituzione a quello di serie, che non si adatti alle nostre caratteristiche.

FUNZIONAMENTO DEL REGGISELLA

Per prima cosa è importante capire il tipo di reggisella che la nostra bici può ospitare. Bisogna verificare se vi è o meno la possibilità di far passare il cavo di azionamento del reggisella all’interno del telaio, se quindi la nostra MTB esce di fabbrica predisposta per ospitare un reggisella telescopico.
Se così non fosse non c’è problema, esistono infatti dei modelli che si adattano ai telai senza predisposizione e che quindi fanno passare il cavo di azionamento esterno al telaio, come il nostro modello SW-09

Un altra esigenza da molti richiesta è la non presenza dei cavi per agevolare la rimozione del reggisella telescopico e poter sostituire il reggisella se si decidesse di affrontare uscite poco tecniche e quindi si preferisce alleggerire la propria MTB, per questo esistono modelli come l’SW-08  il quale sfrutta una leva direttamente collegata al reggisella, senza l’ausilio di cavi, agevolandone così l’eventuale sostituzione.

ESCURSIONE

Un secondo parametro fondamentale per la scelta del giusto reggisella, che ci permetta di sfruttare al meglio la nostra bici in tutte le condizioni, è la scelta dell’escursione. Bisogna infatti capire di quanto vogliamo e possiamo abbassare la sella dall’altezza sella per affrontare la salita e l’altezza per affrontare la discesa. 
Esistono diverse misure di escursione, dal nostro catalogo è possibile scegliere ben 7 diverse misure, dai 50 mm scelta prevalentemente da chi pratica gravel, fino al modello SWR 200 con ben 200 mm di escursione.

LE MISURE PIU’ IMPORTANTI

Scelto il tipo di funzionamento e l’escursione che più si adatta alle nostre esigenze bisogna rilevare dal proprio mezzo alcune misure, indispensabili per effettuare il giusto acquisto.

DIAMETRO REGGISELLA

Nel mercato esistono diversi diametri disponibili ma il nostro mezzo può ospitare unicamente il diametro per cui è stato progettato.
I diametri più comuni sono: 27.2 – 30.9 -31.6 – 34.9

LUNGHEZZA TOTALE

Una volta verificata l’escursione desiderata bisogna conoscere la lunghezza totale del reggisella e capire se il nostro telaio può ospitare il reggissella. Particolarmente spesso succede che si desidera un modello con abbondante escursione per avere la sella completamente bassa in fase di discesa, ma che a causa della conformazione del telaio possiamo inserire all’interno solo  200 mm. Quindi se l’escursione del reggisella fosse 150 mm ma l’inserimento è di 250 mm, il nostro telaio non supporta tale modello, bisogna pertanto o cercare un reggisella con “la parte interna” più corta o ridurre l’escursione. L’inserimento infatti è proporzionale all’escursione. Questo genere di problema coinvolge in particolar modo le bici in taglia piccola o MTB full suspension con particolari forme, scomode da questo punto di vista. 

Si consiglia quindi di consultare le misure all’interno delle apposite tabelle e misurare lo spazio a disposizione all’interno del telaio.

INSERIMENTO MINIMO

Il problema opposto accade a chi non necessita di un’escursione troppo elevata e pensa che che possa utilizzare tutta la lunghezza del reggisella, lasciando all’interno del telaio solo pochi cm di tubo. In realtà non è cosi, tutti i modelli telescopici e non, necessitano di un minimo di inserimento per poter funzionare; è quindi necessario verificare che: la lunghezza totale del reggisella meno l’inserimento minimo, sia almeno quanto richiesto per posizionare la sella all’altezza desiderata.

Nei nostri modelli con cavo interno l’inserimento minimo è di 12,5 cm, 9 cm del reggisella più 3.5 cm necessari all’attacco e al cavo per funzionare in maniera corretta.

Prima di effettuare l’acquisto di un reggisella telescopico è quindi opportuno rilevare:

  • se esiste la predisposizione per il passaggio del cavo interno al telaio
  • le misure del telaio quali diametro reggisella e possibilità di inserimento massime
  • l’escursione da noi desiderata
  • le misure effettive del reggissella che siano compatibili con telaio ed esigenze

Consulta la nostra gamma completa di reggisella telescopici per trovare il prodotto più adatto alle tue esigenze.